Cerotti camaleontici

17 Luglio 2012 / Oggettistica / 3 Comments /

Che la colpa sia delle vesciche procurate da un paio di scarpe nuove di zecca o da una lunga scarpinata in vacanza oppure di un taglio in cucina o di una caduta dalla bicicletta, è assai probabile che ci serva un cerotto per tenere pulita la ferita. Per quanto si cerchi di scegliere il cerotto meno visibile che ci sia, però, quasi sempre si vede eccome.

A volerlo nascondere ad ogni costo sono stati i designer Xue Xing Wu, Zi Yu Li, Yue Hua Zhu e Zhi Qiang Wang che hanno deciso di risolvere il problema con la loro idea presentata all’iF Design Talents. Ci ha colpito molto il risultato, perché sembra davvero incredibile ma… sparisce.

Alla base dell’idea c’è l’ispirazione che proviene dalla capacità del camaleonte di camuffarsi con l’ambiente. In questo caso il camaleonte è il cerotto, che cambia colore e si adatta alla pelle su cui si attacca, divenendo della stessa tonalità della carnagione. Almeno a giudicare dalle immagini pubblicitarie. Fino a che punto c’è lo zampino del fotoritocco?

Ti potrebbero interessare:


3 Comments

Commenta ora!

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Lascia un commento