Lampade Skins di Ato

28 giugno 2016 / Luci / 0 Comments /

skins_ato

Le stampanti 3D avranno pure preso possesso del mondo digitale ma non solo le uniche protagoniste dello scenario hi-tech quando si sposa al tocco artistico. Così nasce Skins di Ato, una collezione di lampade unisce gli spunti tridimensionali di sapore digitale a quelli più propriamente artistici.

Nascono elementi decorativi che possono trasformarsi anche in elementi funzionali quali lampade e lampadari da appendere a soffitto o a parete. L’aspetto è sempre minimalista e la produzione risente delle tecniche tradizionali, specie per i materiali che sono essenzialmente feltro e velcro.

Ogni pezzo spinge più in là i limiti dell’ingegneria tessile, scimmiotta le creazioni 3D delle stampanti più moderne ma non rinuncia all’esecuzione manuale. I pattern prescelti sono di sapore minimalista, organico e originale. Ne derivano vere e proprie sculture di tessuto da cui lasciarsi conquistare giocando con colori, forme e volumi.

Il progetto prevede per il momento due forme essenziali, una da parete e una da soffitto, declinate in diversi colori. I nostri preferiti? Il Salmon Pink e l’Olive Green. Ma c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Ti potrebbero interessare:


0 Comments

Commenta ora!

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.

Lascia un commento